Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie vai alla sezione
Venerdì, 20 Dicembre 2013 16:44

La tradizione della pasta fatta in casa

Scritto da 
Vota questo articolo
(1 Vota)


La varietà del patrimonio enogastronomico dell'Antica Volcei ci permette di individuare nella pasta e nell'olio i prodotti che meglio identificano e valorizzano la ricchezza degli alimenti genuini tipici di questo paese. In un'epoca di omogeneizzazione del gusto, Buccino si candida a costituire una vera e propria "isola" di sapori autentici e di tradizioni gastronomiche. La tradizione gastronomica buccinese affonda le proprie radici sull'alimentazione della civiltà contadina, in particolar modo sull'uso di farina, base di partenza per la preparazione di un gustoso piatto di pasta.

Splendida sintesi di abilità manuale, ingredienti semplici e genuini e una tradizione secolare, fanno della pasta di casa uno dei più grandi vanti della cucina buccinese. Questo gustoso alimento prende forma tra le mani esperte di chi ancora ricorda quest'arte, tramandata di generazione in generazione, come un prezioso segreto. Cavatelli, fusilli, chiapparelle, corteccie, matasse semplici o all'uovo, sono alla base di piatti tipici che deliziano il palato e che quasi ci riportano indietro nel tempo. La Pasta di casa è un piatto tipico della tradizione contadina, fatto con ingredienti poveri quali farina, acqua ed uova, che raggiunge l'apogeo della sua bontà sposandosi con gli ingredienti principi della dieta locale: l'Olio e il Pomodorino fresco.

Pasta fatta in casa come da tradizione buccinese : le matasse.

Ingredienti :

-          FARINA DI SEMOLA 500 gr

-          3/4 UOVA

-          1 CUCCHIAIO D’OLIO

-          1 PIZZICO DI SALE

-          ACQUA ( quanto basta )

 

Procedimento :
per preparare la pasta tradizionale vi occorre una spianatoia di legno dove setacciare e disporre la farina a fontana; al centro di essa formate un piccolo incavo e aggiungete le uova, un cucchiaio d’olio e un pizzico di sale. Cominciando dall’interno, sbattete con una forchetta le uova, aggiungete l’acqua volta per volta e prendete man mano la farina dai bordi, successivamente lavorate con le mani l’impasto dall’esterno verso l’interno, amalgamando tutta la farina che si trova sul piano di lavoro. La pasta va lavorata almeno per 10 minuti, sbattendola ogni tanto sulla spianatoia per renderla più elastica. Per fare le matasse il procedimento è molto semplice, basta avere un po’ di manualità ed aiutarsi sempre con la farina per non farle attaccare alle mani.                                                                                                       
Ricorda molto il modo di fare i biscotti , bisogna che creiate varie palline di forma media e incominciate ad allungarle, dandogli la forma di un grissino, lungo e sottile; piano piano intorno alle mani con l’aiuto della farina fate tanti giri per renderle più sottili, (ovviamente questa è una fase soggettiva, c’è chi le preferisce più spesse e chi più sottili). Ecco a voi le matasse!                                                                                                           
Da tradizione il modo per condirle è uno dei più classici, il sugo di pomodori e una spolverata di ricotta stagionata.

 
Letto 23388 volte Ultima modifica il Lunedì, 15 Giugno 2015 16:06
Devi effettuare il login per inviare commenti

Console Debug Joomla!

Sessione

Informazioni profilo

Utilizzo memoria

Queries Database